fbpx
Honda VFR 750R RC30

Honda VFR 750R RC30La Honda RC 30 fu la superbike più rivoluzionaria del momento quando si presentò, nel 1987. Derivata direttamente dalla RVF 750 da competizione, si trattò più di una moto per privati che di una racing replica. E fu anche il modo più chiaro per ribadire la supremazia che Honda aveva raggiunto in quel momento nello sviluppo dei motori V4.

I V4 cominciano a vincere
La VRF750R del 1985 è stata una di quelle moto eccezionali che s’impongono per prestazioni e per facilità d’uso. Ha portato a nuovi livelli d’eccellenza il propulsore 4 cilindri a V, dal superbo rapporto prezzo/qualità. Ha dimostrato altresì come le dimensioni raccolte e la raffinatezza di un V4 potessero combinarsi persino con la ridotta manutenzione. E poi arrivò la sorpresa, sotto forma della leggendaria VFR750R (RC30) del 1988. Le sue incredibili prestazioni lasciarono a bocca aperta gli appassionati, perché in realtà si trattava di una moto da corsa adibita ad un uso stradale. Seducente e funzionale al tempo stesso, la RC30 montava la sospensione posteriore monobraccio delle RVF ufficiali – derivata dal progetto Elf. Il motore, la più recente evoluzione del versatile propulsore della VFR750, era addirittura assemblato artigianalmente (a mano!) per fornire prestazioni sensazionali. I grandi risultati ottenuti nelle gare Superbike e TTF1 parlano da soli: ancor oggi la RC30 fa venire I brividi…

Motore4 cilindri a V di 90° , 4 tempi DOHC 4 valvole per cilindro, raffreddato a liquido
Cilindrata748 cc
Alesaggio per corsa70 x 48,6 mm
Potenza max 112 CV a 11000 giri/minuto
Coppia max 7,1 Kgm a 10500 giri/minuto
Alimentazione 4 carburatori
Cambio 6 velocità
Frizione multidisco umida
Avviamento elettrico
Telaio a diamante con tubi in alluminio a sezione differenziata
Sospensione ant. telescopica
Sospensione post. forcellone oscillante Pro-Arm con Pro-link
Freno ant. Doppio disco
Freno post. a disco
Peso 180 Kg


Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

preloader